Stampa

Prestazioni straordinarie per chi esaurisce le indennità di disoccupazione

SonoPetizione OCST oltre 1.800 le firme raccolte dall’OCST tra le persone disoccupate.

 

Chiedono al Gran Consiglio di introdurre un regime di indennità straordinarie in favore di coloro che esauriscono il diritto alle normali prestazioni dell’assicurazione disoccupazione senza avere ancora reperito un impiego.

 

La proposta di indennità straordinarie cantonali è stata avanzata dall’OCST in concomitanza con l’entrata in vigore, nell’aprile 2011, della nuova legge sull’assicurazione disoccupazione (LADI). La nuova legge ha infatti decurtato le prestazioni fino ad allora erogate, causando un incremento del numero di coloro che si vedono cessare le indennità pur senza essere riusciti a ricollocarsi.

Una parte di costoro ha la possibilità di fare capo all’assistenza sociale. Altri, pur trovandosi in difficoltà, non possono accedervi poiché non soddisfano interamente i requisiti richiesti. Nel primo caso rimane tuttavia il disagio di dovere ricorrere ad un’istanza che suscita una comprensibile reticenza. Nel secondo il disagio è riconducibile ad un proibitivo calo di reddito.

Per evitare la necessità di dovere fare immediatamente capo all’assistenza sociale come pure per attenuare i disagi di chi è impossibilitato ad usufruirne, l’OCST ha perciò proposto l’introduzione di indennità straordinarie cantonali, che facciano da cuscinetto transitorio al momento della cessazione del diritto alle normali indennità di disoccupazione. La proposta è stata oggetto di una parallela iniziativa parlamentare presentata dal deputato Gianni Guidicelli.

E’ auspicabile che l’ampio sostegno accordato dai disoccupati a questa richiesta induca il Parlamento a dedicarvi una sollecita attenzione, esaminando e dando seguito all’iniziativa parlamentare citata. La Petizione raccolta dall’OCST è stata trasmessa in data odierna alla Segreteria del Gran Consiglio.


O C S T
Segretariato cantonale