Cosa deve fare il mio datore di lavoro per proteggermi da un’infezione sul lavoro?
Il datore di lavoro è tenuto ad osservare l’obbligo di diligenza previsto dalla legge. Deve quindi tutelare assolutamente la salute dei propri dipendenti. Inoltre, in caso di situazioni particolari o eccezionali la legge sulle epidemie obbliga le imprese a contribuire attivamente al contenimento dell’epidemia. I datori di lavoro devono quindi attuare le misure raccomandate o disposte dalle autorità. Le misure di protezione della salute devono ridurre al minimo il rischio di infezione sul luogo di lavoro e lungo il tragitto per recarsi al lavoro. Per esempio:
• mettere a disposizione del disinfettante per le mani
• informare sul modo corretto di lavarsi le mani
• proibire le strette di mano
• sostituire le riunioni con videoconferenze
• disporre il lavoro da casa (home office)
• sospendere i viaggi di lavoro nelle aree a rischio
• imporre il porto di mascherine protettive
• installare paraspruzzi (separazione tra dipendenti e clienti)

Vengono effettuati controlli per verificare se le misure di protezione dal contagio sono attuate nel mio cantiere o nella mia azienda?
Le verifiche circa l’osservanza delle misure di protezione della salute sul lavoro sono di competenza delle autorità cantonali, che in qualsiasi momento possono effettuare ispezioni non annunciate nelle imprese e sui cantieri.
I datori di lavoro devono accordare ai controllori il pieno accesso ai locali e ai siti. Anche la Suva può effettuare controlli sui cantieri.
→ Se pensi che le misure di protezione non siano rispettate e non ci sono controlli, rivolgiti all'OCST!
La Seco fornisce un promemoria sulla protezione della salute sul posto di lavoro:
Protezione della salute sul posto di lavoro – Coronavirus

Posso rifiutarmi di lavorare se il mio datore di lavoro non attua le misure di protezione prescritte o non le attua in modo adeguato?
Il lavoro può essere rifiutato se il datore di lavoro non applica o applica in modo insufficiente le norme igieniche o se non attua misure sufficienti a tutela dei dipendenti. In questo caso, i salari devono continuare ad essere pagati. Tuttavia, il rifiuto di lavorare deve essere chiaramente giustificato.
OCST e Syna raccomandano ai dipendenti di astenersi dal lavoro solo se il datore di lavoro è stato preventivamente reso attento per iscritto sulle irregolarità e quest’ultimo non introduce tempestivamente le dovute misure di protezione. In caso di problemi di tutela della salute nella tua azienda o sul tuo cantiere, OCST è al tuo fianco!

Posso assentarmi dal lavoro se temo il contagio?
Se le autorità non hanno emanato direttive in tal senso e l’impresa non è stata chiusa, non è possibile. Il datore di lavoro non avrebbe alcun obbligo di versarti il salario e rischieresti addirittura il licenziamento.
Se vi sono ragioni oggettive per ritenere che il datore di lavoro non abbia adottato misure di protezione adeguate per ovviare al rischio di infezione, è consentito stare lontani dal lavoro. Ma il datore di lavoro va assolutamente informato.

Il mio datore di lavoro può obbligarmi a vaccinarmi?
Il datore di lavoro non può ordinare misure di protezione che potrebbero violare l’integrità personale del lavoratore. Questo include anche l’obbligo di farsi vaccinare o di assumere determinati farmaci. In Svizzera non esiste alcun obbligo di vaccinazione.

Cosa devo fare se presento i sintomi di un’infezione?
Secondo le direttive dell’Ufficio federale della sanità pubblica, in caso di sospetto contagio da coronavirus è necessario consultare telefonicamente un medico. Perciò, non correre subito dal dottore e segui le istruzioni che ti verranno comunicate.

Risiedo all'estero ma lavoro in Svizzera, cosa fare se risulto positivo?
Il personale che risiede all’estero deve segnalare la positività al Coronavirus alle autorità svizzere in modo da assicurare il tracciamento. Per quanto concerne il Ticino occorre scrivere a Questo indirizzo email è protetto dagli spambots. È necessario abilitare JavaScript per vederlo. allegando il "certificato positivo" e inserendo i dati per poter essere contattati.