L’indagine «Lavorare a scuola. Condizioni di benessere per gli insegnanti» - curata da L. Castelli, A. Crescentini e J. Marcionetti – conta 91 pagine e ha preso le mosse dalla richiesta del DECS del 2011 per conoscere i dati quantitativi e qualitativi sullo stato di salute dei docenti nel nostro Cantone. Due erano quindi gli obiettivi:
a) quantificare la presenza del disagio e della sindrome da burnout;
b) indagare i fattori associati al disagio e al burnout sul posto di lavoro.

Dopo una lunga trattativa si è giunti alla fine dello scorso anno a sottoscrivere il nuovo contratto collettivo di lavoro per il settore delle istituzioni sociali che avrà validità fino al 31.12.2019, con rinnovo automatico di anno in anno se non sarà disdetto da una delle parti con un preavviso di sei mesi.

Archivio "il Lavoro"