Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni abbonamento "Il lavoro">>

Formulario abbonamento>>

Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

2019

No image Il Lavoro n.18 del 5 dicembre 2019
Il Lavoro n.17 del 21 novembre 2019 Il Lavoro n.16 del 7 novembre 2019
Il Lavoro n.15 del 17 ottobre 2019 Il Lavoro n.14 del 3 ottobre 2019
Il Lavoro n.13 del 19 settembre 2019 Il Lavoro n.12 del 5 settembre 2019
Il Lavoro n.10 del 27 giugno 2019 Il Lavoro n.11 dell'11 luglio 2019
Il Lavoro n.9 del 6 giugno 2019 Il Lavoro n.8 del 23 maggio 2019
Il Lavoro n.7 del 9 maggio 2019 Il Lavoro n.6 del 18 aprile 2019
Il Lavoro n.5 del 28 marzo 2019 Il Lavoro n.4 del 14 marzo 2019
Il Lavoro n.3 del 21 febbraio 2019 Il Lavoro n.2 del 7 febbraio 2019
Il Lavoro n.1 del 24 gennaio 2019

Prima pagina

Il 28 marzo 2018 il Consiglio federale ha adottato un primo pacchetto di misure di contenimento dei costi della salute che passa ora all’esame del Parlamento. L’evoluzione quantitativa delle prestazioni ingiustificata sotto il profilo medico e l’aumento dei costi dell’assicurazione obbligatoria delle cure medico-sanitarie (AOMS) vanno frenati. 
Riprende la scuola, continua il lavoro del sindacato. La scuola riapre, ma il lavoro del sindacato docenti non si è mai fermato. Molti i temi sul tavolo per sostenere i nostri docenti nel delicato compito che svolgono, e un recente Messaggio del DECS da seguire con la lente d’ingrandimento.
Lo scorso 1. luglio è stato pubblicato il quindicesimo rapporto della Segreteria di Stato dell’economia (Seco) sull’accordo di libera circolazione. In particolare questa pubblicazione analizza le ripercussioni della libera circolazione sul mercato del lavoro e sulle assicurazioni sociali.
La recente sottoscrizione dell’accordo tra il Cardiocentro Ticino e l’Ente Ospedaliero Cantonale (EOC), riguardante lo scioglimento della Fondazione Cardiocentro Ticino e il trasferimento del patrimonio e dell’attività all’EOC, è senz’altro una buona notizia che accogliamo con particolare piacere.
Nelle scorse settimane il sindacato Unia ha rotto il «silenzio stampa» che si era imposto riguardo il contratto collettivo della vendita. In una conferenza stampa ha dichiarato che verrà fatta opposizione all’istanza di obbligatorietà del CCL vendita. A riguardo abbiamo posto qualche domanda a Paolo Locatelli, responsabile cantonale settore della vendita e vicesegretario cantonale.