Votazioni

Il prossimo 25 novembre si voterà sull’iniziativa popolare «Il diritto svizzero anziché giudici stranieri». Si tratta di una nuova iniziativa voluta per far prevalere un falso messaggio di autodeterminazione della Svizzera nei confronti della comunità internazionale.
La Riforma III dell’imposizione delle imprese (RI III) è certamente il tema più controverso in votazione. Il Comitato direttivo dell’OCST prenderà posizione nella sua seduta del 31 gennaio. Riportiamo alcuni argomenti sulla Riforma.

In occasione delle prossime votazioni del 16 giugno viene sottoposta al popolo la modifica dell’articolo 119 cpv. 2 lett. c della Costituzione federale che consentirebbe alle coppie portatrici di una grave malattia ereditaria e alle coppie che non possono concepire figli in modo naturale la diagnosi preimpianto ora vietata.
Questa modifica della Costituzione pone le basi per la modifica della Legge sulla medicina della procreazione, che è già stata approvata dal Parlamento e verrà pubblicata sul Foglio ufficiale qualora dovesse venire approvata la modifica costituzionale.
Oggi nell’ambito di una fecondazione artificiale non possono essere sviluppati più embrioni di quanti se ne possano impiantare immediatamente nell’utero della madre. In futuro se ne potrà sviluppare un numero necessario per consentire la diagnosi preimpianto.

Le recenti elezioni cantonali hanno consegnato al Ticino un nuovo Parlamento e un Governo parzialmente rinnovato che dovranno affrontare le sfide, non semplici, imposte dall’attuale situazione economica e sociale.

L’iniziativa Ecopop «Stop alla sovrappopolazione - sì alla conservazione delle basi naturali della vita» vuole salvaguardare le risorse naturali della Svizzera.
Per raggiungere questo obiettivo lodevole in sé, sono proposti due strumenti. Oltre l’intento di usare il 10% dei sussidi statali (DSC) per promuovere la pianificazione familiare volontaria, al cuore del progetto vi è una limitazione dell’immigrazione in Svizzera.