Servizio pubblico

Attuare una politica del personale condivisa e in grado di coniugare, anche in un difficile momento per le finanze cantonali, le esigenze di prestazioni alla popolazione con la necessità di valide condizioni di lavoro che rendano attrattivo il settore.

Il settore della scuola ha ricevuto una rinnovata attenzione da parte del Dipartimento cantonale, che si è tradotta nella volontà di costruire su basi più aperte un dialogo con i docenti e con le loro organizzazioni sindacali e di categoria.

Purtroppo il governo cantonale, nella trattativa con le organizzazioni sindacali sulle misure a carico del personale dove inizialmente aveva fatto un bel passo avanti, ne ha improvvisamente fatti due indietro!

Il personale pubblico e del settore sociosanitario, riunito in assemblea, ribadisce l’opposizione al taglio sui salari.
Lo scorso 11 settembre si è tenuto l’atteso incontro tra i sindacati e il Consiglio di Stato dopo l’Assemblea dei dipendenti dell’amministrazione cantonale del 4 settembre dalla quale era emersa con chiarezza la contrarietà per l’introduzione nel Preventivo 2014 di qualsiasi misura a carico del personale.

Con grande soddisfazione possiamo commentare la decisione votata dal Consiglio Comunale di Chiasso di non decurtare del 2% il salario dei dipendenti comunali. Una scelta che ai dipendenti e ai sindacati era da subito apparsa incomprensibile e irrispettosa nei confronti degli oltre 500 lavoratori assunti al servizio del Comune di Chiasso.