2014

Il Lavoro n. 1 del 16 gennaio 2014 Il Lavoro n. 2 del 30 gennaio 2014
Il Lavoro n. 19 del 4 dicembre 2014 Il Lavoro n. 3 del 13 febbraio 2014
Il Lavoro n. 4 del 27 febbraio 2014 Il Lavoro n. 5 del 13 marzo 2014
Il Lavoro n. 6 del 27 marzo 2014 Il Lavoro n. 7 del 17 aprile 2014
Il Lavoro n. 8 dell'8 maggio 2014 Il Lavoro n. 9 del 22 maggio 2014
Il Lavoro n. 10 del 5 giugno 2014 Il Lavoro n. 11 del 26 giugno 2014
Il Lavoro n. 12 del 17 luglio 2014 Il Lavoro n. 13 del 4 settembre 2014
Il Lavoro n. 14 del 18 settembre 2014 Il Lavoro n. 15 del 2 ottobre 2014
Il Lavoro n. 16 del 16 ottobre 2014 Il Lavoro n. 17 del 6 novembre 2014
Il Lavoro n. 18 del 20 novembre 2014

Prima pagina

Sandro Mecatti: un’intensa vita sindacale

Il pensionamento a fine anno di Sandro Mecatti, Segretario regionale del Mendrisiotto, è una di quelle scadenze che non possono passare inosservate. Cessa l’attività una figura emblematica dell’OCST, che ha contribuito in modo indelebile a plasmarne il cammino negli ultimi decenni. Distintosi per la sua energia e passione sindacale già quando era attivo nel ramo dell’abbigliamento, è stato invitato a diventare sindacalista dall’allora Segretario cantonale Mons. Del-Pietro, che ne aveva apprezzato gli interventi in occasione delle assemblee del suo ramo.

Leggi tutto: Sandro Mecatti: un’intensa vita sindacale

Frontalieri: varie novità per il 2015

Aumento del moltiplicatore comunale

Ricordiamo che dal 1. gennaio 2015 scatterà il rincaro delle aliquote delle imposte alla fonte pagate dai lavoratori frontalieri. Ciò è dovuto al provvedimento approvato dal Gran Consiglio nel mese scorso, che ha elevato al 100% il moltiplicatore comunale, ovvero una delle tre componenti che costituiscono l’imposta alla fonte versata dal lavoratore. L’aumento complessivo non sarà particolarmente rilevante (nei casi dei redditi più bassi potrà persino risultare nullo).

Leggi tutto: Frontalieri: varie novità per il 2015

La scuola del futuro: personalizzare la didattica per insegnare sempre meno

La lettura, che consigliamo caldamente a tutti gli interessati, del documento «La scuola che verrà» presentato dal Dipartimento dell’educazione venerdì scorso genera alcune perplessità a chiunque abbia a che fare con l’educazione da professionista, da fruitore, ma anche da profano, come talvolta oggi vengono considerati anche i genitori che non hanno alle spalle studi di pedagogia. Il titolo del documento, che parafrasa la famosa canzone di Lucio Dalla «L’anno che verrà», è abbastanza sintomatico di un progetto denso di prese di posizione ideali, non sempre condivisibili, ma poco, o per nulla, concreto.
Abbiamo sottoposto queste nostre perplessità a Gianluca D’Ettorre, docente e presidente del Sindacato OCST-Docenti.

Leggi tutto: La scuola del futuro: personalizzare la didattica per insegnare sempre meno

Edilizia e rami affini: trattative salariali senza prospettive

Basta alzare la testa e si vedono gru ovunque. Basta fare un giro di orizzonte e si vedono cantieri, furgoncini e lavoratori in ogni dove. Poi si guarda un po’ di fino e si vedono abusi, gravi infrazioni contrattuali, speculazioni: una situazione di concorrenza sleale che va oltre i limiti della decenza. E agli occhi dei lavoratori? Tanto lavoro, ritmi asfissianti, posti di lavoro a rischio e nessun aumento per mantenere un salario decente o, perlomeno, a un livello che ti permetta di stare a galla anche se vivi nel canton Ticino (e la si smetta di evidenziare un «indice del carovita zero», quando tante spese ricorrenti aumentano e il salario reale dimagrisce a vista d’occhio).

Leggi tutto: Edilizia e rami affini: trattative salariali senza prospettive

GenerazionePiù: il nuovo Vademecum 2014

Mercoledi 3 dicembre è stato presentato alla stampa il Vademecum 2014, fiore all’occhiello ed un unicum nelle Associazioni anziani: «Generazioni, età della vita: quali eredità?».
Il tema di una «nuova cultura del dono» ha portato a raccogliere nel fascicolo di ca. 60 pagine le considerazioni di alcune persone/personalità del cantone (giovani, anziani) con ruoli diversi.

Leggi tutto: GenerazionePiù: il nuovo Vademecum 2014