Il Consiglio federale ha confermato la revisione della Legge federale sull’imposizione alla fonte del reddito già approvata dalle Camere del parlamento svizzero nel 2016. 
La modifica non fa altro che recepire una sentenza del Tribunale Federale di Losanna del 2010 che aveva di fatto sancito come ci fosse una discriminazione a livello fiscale tra gli svizzeri e i «quasi residenti», ovvero quei soggetti che pur non essendo dei domiciliati producono il 90% del reddito familiare in Svizzera.

Nella notte del 27 Marzo lo stilista Philipp Plein pubblica su Instagram un lungo post (con tanto di logo del comune di Lugano e riferimento diretto al Sindaco Borradori) in cui attacca duramente l’ispettorato cantonale del lavoro «colpevole» di aver interrotto una cena in ufficio con i fornitori, e contesta alla città e alle sue istituzioni di trattarlo come un criminale, senza rispetto per quello che fa per il cantone e per i posti di lavoro creati.

Cari lavoratori cristiani, in prossimità della Pasqua, vi propongo una riflessione, prendendo spunto da una delle esperienze tipiche della mia generazione, che ha vissuto la propria giovinezza negli anni 70. Allora, eravamo tutti un po’ squattrinati, soprattutto noi studenti. 

Archivio "il Lavoro"