Abbonamento

Il Lavoro, periodico dell'OCST, da decenni è un punto di riferimento per le informazioni sui contratti, le nuove normative, la previdenza, il mondo del lavoro, la formazione.

Informazioni abbonamento "Il lavoro">>

Formulario abbonamento>>

Get it on Google Play

Get it on AppStore

 

2019

Il Lavoro n.12 del 5 settembre 2019 Il Lavoro n.13 del 19 settembre 2019
Il Lavoro n.10 del 27 giugno 2019 Il Lavoro n.11 dell'11 luglio 2019
Il Lavoro n.9 del 6 giugno 2019 Il Lavoro n.8 del 23 maggio 2019
Il Lavoro n.7 del 9 maggio 2019 Il Lavoro n.6 del 18 aprile 2019
Il Lavoro n.5 del 28 marzo 2019 Il Lavoro n.4 del 14 marzo 2019
Il Lavoro n.3 del 21 febbraio 2019 Il Lavoro n.2 del 7 febbraio 2019
Il Lavoro n.1 del 24 gennaio 2019

Prima pagina

La politica famigliare deve evolvere con la società. Cambiano le abitudini, i ruoli e le aspettative tanto nella vita privata quanto nel mondo del lavoro. È innegabile, tutto va sempre più veloce e le esigenze sono costantemente in crescita. 
Poco tempo dopo il caso Kering, un’altra bolla è pronta ad esplodere nel mondo della moda ticinese. L’azienda Tom Ford, noto marchio del lusso, si prepara al trasferimento in Italia.
I 100 anni di storia dell’OCST in un colpo d’occhio. È stata presentata mercoledì 25 settembre – davanti a circa un centinaio di persone nella sala Tami della Biblioteca cantonale di Lugano - la mostra che illustra il secolo di vita del sindacato. Attraverso una serie di importanti documenti storici si potranno capire le tappe fondamentali della sua storia.
Le discussioni parlamentari e l’avvio della campagna elettorale hanno riportato al centro dell’attenzione la questione, sempre di attualità specialmente nel nostro Cantone, della Libera circolazione. Quando ci si forma un giudizio, in generale, si prendono in considerazione aspetti soggettivi, sui quali è possibile esprimere un’opinione, e aspetti oggettivi, che sono molto meno discutibili.
La riunione di comitato cantonale gessatori OCST di mercoledì scorso 11 settembre, in vista della scadenza del CCL con la fine del mese di dicembre 2019, ha dato un chiaro mandato al sindacato: chiamare subito l’associazione padronale dei gessatori al tavolo della trattativa per negoziare un CCL migliore a partire dal 1. gennaio 2020. Erano presenti una 50ina di delegati e la discussione, molto vivace, si è sviluppata su diversi temi.